MAIELLA -  ANELLO MADONNA DELLE SORGENTI

Altitudine: 1.150 mt
Tempo di percorrenza: 3,45 ore circa
Dislivello: 350 mt.
Partenza: Pennapiedimonte (belvedere Balzolo)
Difficoltà: Itinerario escursionistico

CARATTERISTICHE
Bellissimo percorso ad anello che nella prima parte, dal Balzolo di Pennapiedimonte alla località Madonna delle Sorgenti
nel Vallone Tre Grotte, si snoda attraverso un antico sentiero utilizzato in passato dai pastori locali. E' questa l'unica parte un p'ò complessa del percorso in quanto in un punto il sentiero si interrompe e bisogna poi ritrovarlo. Inoltre vi sono parecchi punti in cui è stato quasi completamente ricoperto dalla vegetazione per cui diventa meno agevole.  Adesso per raggiungere le sorgenti si utilizza una sterrata realizzata dal servizio dell'acquedotto che qui ha costruito un sistema di captazione delle acque sorgive.

Si Parte da Pennapiedimonte e precisamente dal belvedere Il Balzolo(800 mt).Qui si parcheggia e si fa rifornimento di acqua. Un altra fontana si trova al rifugio Pischioli e poi alle sorgenti dove vicino è presente anche un area picnic denominata Linaro.

Segnaletica:
 paletti con bordo superiore giallo
dell'ente parco fino al bivio che sopra al Pischioli porta alla Madonna delle Sorgenti, poi niente.

IL PERCORSO
Si inizia passando sotto un caratteristico arco naturale in pietra piuttosto ripido, ma facile. Per quanti volessero aggirarlo, si deve svoltare a destra appena prima. Superatolo si comincia la ripida salita costeggiando sulla sinistra una costruzione dell'acquedotto, seguire il recinto in rete metallica. Alla sua altezza inizia un breve tratto ripido e scosceso un pò esposto sul burrone sottostante, ma comunque facile. Lo si supera puntando alla sua sommità per via intuitiva.

Bellissima la vista sulla valle dell'Avello. Terminato questo tratto il sentiero si fa più evidente e sicuro, ma sempre ripido. Dopo circa 1,00 ore si arriva al rifugio Pischioli. Si sale ancora per una decina di minuti fino ad incontrare un bivio indicato da un ometto seminascosto nell'erba. Qui inizia un sentiero che taglia a mezzacosta i ripidi pendii che scendono nell'Avello. Dopo circa 20 minuti si arriva sopra uno spuntone roccioso in mezzo ad un prato(scorcio panoramico). Qui sotto si trova una stupenda grotta pastorale che bisogna raggiungere.Pertanto si prende a destra, si passa  davanti ad un'altra grotta più piccola e si prosegue(su terreno un p'ò impervio) ancora per alcuni minuti. Poi si scende nettamente a sinistra seguendo alcune traccie di sentiero o per via intuitiva fino a trovarsi subito dopo davanti alla grotta. 

Da qui piegando leggermente a sinistra si dovrebbe notare un sentierino che permette di scendere per alcune decine di metri fino ad incrociarne un altro che è quello che conduce alla Madonna delle sorgenti.
In alternativa si può scendere dritti tra la vedetazione, non c'è pericolo di sbagliare; come già detto il sentiero da raggiungere si trova poche decine di metri più sotto.
Si prosegue ancora per 50-60 minuti fino ad arrivare alla Madonna delle Sorgenti. Qui si prende l'evidente sterrata per il ritorno al Balzolo.

 

Pagina principale

Versione stampabile