Rifugio Pomilio via Campanaro

CARATTERISTICHE
Anno 2015. Il rifugio Pomilio,Cai Chieti, è stato riaperto nel 2014 dopo un lungo periodo di chiusura. Eroga servizi di ristorazione e pernottamento. Vi arriva anche una strada asfaltata.
Il percorso si svolge quasi completamente nel bosco. Bellissima la vista sul tappeto verde della valle del Vesola visibile dalle numerose radure presenti. Da queste è quasi sempre visibile anche la meta.
Si Parte da Bocca di Valle (700 mt), frazione di Guardiagrele, dove si parcheggia e a piedi si imbocca una sterrata che conduce all’ingresso del vallone, proprio all’inizio del ponte sulla statale . Qui vi è una fontana dove si può fare rifornimento di acqua. Altre fontane si trovano anche lungo il percorso.
Segnaletica bianco-rossa e paletti.

IL PERCORSO
Dopo circa 10 min. si arriva ad un area picnic, tralasciare la sterrata che prosegue verso le Cascate di S.Giovanni e svoltare a destra attraversando un ponticello in pietra sul torrente Vesola che qui in basso porta acqua solo a primavera. Si entra così in un bosco di magnifici pini e per ripido ma, sempre evidente sentiero, si raggiunge ad ampie svolte Piana delle Mele(990 mt.) 45 minuti circa dalla partenza.

Si prosegue nel bosco costeggiando il bordo del vallone del Vesola sempre su sentiero evidente e si arriva ad una radura chiamata Valle delle Monache(1.100 mt) dopo 30 minuti circa. Qui oltre ad una fontana, vi sono alcune costruzioni tra cui un rifugio dell’ A.N.A. chiuso. Appena superata la radura si incrocia una sterrata che bisogna attraversare e non seguire, per incontrare subito dopo un bivio. Si tralascia a sinistra il sentiero che prosegue per le Cascate di S.Giovanni e si prende a destra in direzione del Campanaro(cartelli indicatori).

Si sale nel bosco ripidamente su sentiero sempre molto evidente ad ampie svolte fino a raggiungere Il Campanaro. Si tratta di una radura caratterizzata da un grosso roccione dove il panorama si apre ed è possibile ammirare il verdissimo Vallone del Vesola e le antenne poste al di sopra del Rifugio Pomilio meta della gita. Si arriva qui dopo circa 1 ora (2,15 ore dalla partenza). Si prosegue tra bosco e piccole radure sempre seguendo i paletti di segnalazione arrivando cosi, dopo circa 50 min.(3,05 ore dalla partenza) , alla fonte Carlese dove ci si può rifornire di acqua freschissima. Qui il bosco termina. Si tralascia a sinistra il sentiero che porta alla località Pietro Cioppo e che scende a Pennapiedimonte e si prende a destra. Dopo circa 25 minuti si termina il percorso sbucando sulla strada statale poco prima del Rifugio(bella la vista anche sul Gran Sasso). Se si vuole raggiungere il rifugio, si segue la strada asfaltata in salita per un’altra decina di minuti. Si scende per lo stesso itinerario.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes:

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>