Madonna delle sorgenti

CARATTERISTICHE
Questo percorso si snoda in una lunga Didascalia all’interno del canyon dell’avello con a destra alte e ripide chine di ghiaia e rocce e a sinistra ripidi pendii boscosi, mentre incassato nel fondo del canyon scorre  il torrente Avello. Prima di raggiungere la meta si attraversano tre brevi Didascalia che forano la montagna, molto gradite quando il sole diventa cocente. La prima tappa conduce all’area picnic Linaro dove si incontra il torrente Avello all’interno di un fresco bosco(veramente un posto incantevole) e poi ancora 15 minuti circa, per una ripida ma breve salita, si arriva alle sorgenti. Non ci sono problemi per fare scorta di acqua dato che la si trova all’inizio, lungo il percorso e a destinazione.

IL PERCORSO
Si parte dal Balzolo, il belvedere del paese dove si parcheggia, e si prende a piedi una larga sterrata, chiusa alle auto da una sbarra, che condurrà fino alla meta. Si tratta di una strada che permette alle auto degli addetti dell’acquedotto di raggiungere le sorgenti. Si attraversa subito la prima galleria e si entra nell’ampio canyon dell’Avello. Si prosegue tra brevi discese e salite fino a raggiungere la località Linaro dopo circa 1,30 ore circa. Si tratta di una bellissima area picnic con un fresco torrente. Ancora 15 minuti e si arriva alle sorgenti dove vi è un sistema di captazione delle acque. Si torna per lo stesso itinerario.

Cascate di san Giovanni

CARATTERISTICHE
Si tratta di una bella passeggiata quasi interamente nel bosco, piuttosto rado all’inizio e più folto nella parte finale. Conduce alla cascata principale prodotta dalla caduta del torrente Vesola. Si tratta di un salto d’acqua di trenta metri che si infrange su un laghetto sottostante. Un altra cascata, meno interessante, si trova più a valle e la si incontra nel tratto finale del percorso mentre si sale. Da considerare che quando il torrente porta molta acqua(a primavera), come potete vedere dalle foto, l’attraversamento può provocare qualche disagio. In estate invece nessun problema.

IL PERCORSO
Si parte da Bocca Di Valle dove a piedi si prende una sterrata che entra nel vallone. Dopo meno di 10 minuti circa si raggiunge un area picnic. La si supera seguendo la sterrata. Dopo 15 minuti circa si attraversa una prima volta il torrente e si prosegue. A circa 45 minuti(50 minuti dalla partenza), si deve abbandonare la sterrata, che termina poco più avanti, e si svolta a destra per un sentiero che arrampica sul fianco della valle. Si continua sempre agevolmente per altri 20 minuti circa fino ad arrivare ad incontrare nuovamente il torrente alla località chiamata le Cannellucce dove tanti rivoli d’acqua scendono da una parete ricoperta di muschio(1,10 ore dalla partenza). Qui bisogna attraversare nuovamente il torrente ed entrare in un magnifico bosco. Si prosegue sempre su sentiero evidente e dopo un paio di tratti ripidi, dopo circa 40 minuti(1,45 ore dalla partenza), si arriva alla cascata principale dove a primavera, quando il torrente è alla sua massima portata d’acqua, il fragore è assordante. Si torna per lo stesso itinerario.